Kayaking in Hong Island in Phang Nga
escursioniEscursioni

Le 10 migliori escursioni brevi da fare a Phuket – cosa ci è piaciuto

Le migliori escursioni da fare a Phuket

A Phuket e dintorni, c’è davvero molto da esplorare, e molti di quei posti sono facilmente raggiungibili, anche da soli. Per alcuni altri luoghi fantastici c’è bisogno di una barca o di un giro in mini bus e di un po’ di organizzazione. Qui elenchiamo le 10 escursioni più popolari che dovreste considerare. Naturalmente, sappiamo che ce ne sono molte di più e le aggiungeremo man mano che li proveremo.


1. La Baia di Phang Nga

(Giro con Hong by Starlight di John Gray : 3.950 baht – 11:30 am 10:00 pm – Altri percorsi da 1,600 baht).

Seacanoe in Phang Nga Bay

La Baia di Phang Nga è una meraviglia del mondo ed è un must assoluto da non perdere a Phuket. Come ogni posto popolare, Phang Nga tende a diventare affollata, ma è enorme e alcuni tour come il famoso  SeaCanoe di John Gray sanno portarti dove gli altri turisti non vanno e quando non ci sono. Le gigantesche formazioni calcaree che si innalzano in alto sopra l’acqua sembrano uscire direttamente dal film Avatar (o forse è il contrario). Il posto è stato usato anche come sfondo in un episodio di Star Wars (quello peggiore credo).

Cosa ci è piaciuto

a) Come detto sopra, è semplicemente fantastico.
b) Il mare è tranquillo tutto l’anno e si presenta ancora meglio con i grandi nuvoloni di pioggia!
c) Non è lontano e tutti gli agenti turistici vi verranno a prendere dall’albergo. Niente stress.

Cosa non ci è piaciuto

a) Non tutte le guide sono Eco-friendly, alcune non hanno una vera e propria esperienza, fanno molto rumore e gridano, disturbando la magica tranquillità.


2. L’Isola di Phi Phi

(circa 2.800 baht – Giornata intera)

Phi Phi Island

Phi Phi Phi sembra essere sulla lista delle isole da visitare assolutamente. Di solito è per diversi motivi: Le isole sono meravigliose con due baie circondate da scogliere calcaree verticali. Le feste sulla spiaggia sono famose e durano tutta la notte. I saccopelisti sembrano aver fatto di Phi Phi la loro destinazione preferita. È anche una buona destinazione per lo snorkeling e le immersioni per i sub di tutti i livelli, dai principianti alle immersioni sui relitti. C’è un motivo ancora più semplice: hanno visto la baia dei maia nel film “The Beach” e vogliono vedere il posto di persona. Per saperne di più

Cosa ci è piaciuto

a) E’ ancora un’isola bellissima, nonostante sia stata in gran parte rovinata da una cementificazione inarrestabile.
b) Non è molto lontana da Phuket ed è accessibile in traghetto.
c) L’isola, essendo in una baia, è accessibile tutto l’anno (a differenza delle isole Similan).

Cosa non ci è piaciuto

a) L’isola è stata rovinata da costruzioni incontrollate, e cio’ continua ancora.
b) E ‘affollata da giovani venuti per fare festa sul serio, quindi non è esattamente la classica spiaggia rilassante .
c) A differenza dell’immagine promozionale, la Baia di Maya è frequentata da migliaia di visitatori ogni giorno. La baia è piena di motoscafi, quindi dimenticate la vostra visione di baia segreta dal film.


3. L’isola di James Bond e Koh Panyi

James Bond Island

Di solito l’isola James Bond e Koh Panyi fanno parte di qualsiasi tour della baia di Phang Nga. Se avete il tempo, vi consigliamo di dedicare un giorno per fare un giro della baia di Phang Nga in canoa, poi un altro giorno per visitare l’isola di James Bond, Koh Panyi, il villaggio su palafitte e il Buddha sdraiato all’interno di una grotta. Per saperne di più

Cosa ci è piaciuto

a) Andare lì offre incredibili opportunità fotografiche, non solo il posto, ma anche la crociera per arrivarci è mozzafiato.
b) Il villaggio su palafitte è molto particolare, insolito e divertente da esplorare.

Cosa non ci è piaciuto

a) E’ super turistico quindi aspettatevi a vedere molta di gente a mezzogiorno il che rovina un po’ la sensazione di esotismo.


4. L’isola del Corallo e l’isola di Racha

(circa 1.300 baht per entrambe le isole – giornata intera)

Racha Island

Spesso riunite in un unica gita di un giorno, queste due bellissime isole hanno spiagge di sabbia bianca e l’atmosfera tipica delle piccole isole tropicali. Offrono buone opportunità di praticare snorkeling con molti pesci che nuotano intorno a voi. L’isola di Racha è ideale per le immersioni, specialmente per i principianti. Per saperne di più

Cosa ci è piaciuto:

a) E’ accessibile tutto l’anno e non ci vuole molto tempo per raggiungerla.

Cosa non ci è piaciuto:

a) Può essere molto affollata e turistica.


5. I santuari degli elefanti

Phuker Elephant Sanctuary

Ora, per tutta l’isola ci sono molti santuari di elefanti che ti danno la possibilità di giocarci e farci il bagno insieme. È possibile dargli da mangiare, pulirli e vivere esperienze indimenticabili. Il trekking su elefanti vecchio stile è finito! Chiedete al vostro hotel o agente di viaggio per visitare uno dei santuari, ma evitate il trekking o l’equitazione su elefanti!

Cosa ci è piaciuto:

a) E’ divertente, originale e sicuramente il miglior modo per vedere veri elefanti!

Cosa non ci è piaciuto:

a) Alcuni dei santuari potrebbero sembrare un po’ troppo turistici (probabilmente sono passati dal trekking al santuario per cogliere la palla al balzo).


6. Le Isole Similan

(Circa 2.600 baht – Giornata intera)

Similan Islands

Stupefacenti e belle, le isole Similan hanno quella sabbia bianca e quell’acqua blu che si vedono solo nelle cartoline. Sono’così surreali che i tuoi amici potrebbero credere che le tue foto siano state fotoshoppate. Ma è davvero così azzurro, anche sulle foto scattate con il cellulare!

Una volta era possibile passare la notte in una tenda o in un semplice bungalow con aria condizionata, ma sembra che questa opzione non sia piu’ disponibile !  A parte lo snorkeling, non c’è molto da fare se non godersi il sole e provare un piccolo ristorante, ma è un’esperienza alla Robinson Crusoe da non perdere.

Cosa ci è piaciuto:

a) Tutto!

Cosa non ci è piaciuto:

a) E’ chiuso semestralmente durante la bassa stagione, soprattutto a causa delle condizioni del mare.
b) E’ abbastanza lontana da Phuket. Di solito un pulmino ti porta da Phuket a Takua Pa e poi sono n’ora e mezza di motoscafo. 


7. Simon Cabaret

(Minimo 700 baht – 2 ore – spiaggia di Patong)

Simon Cabaret

Questa è una performance teatrale di successo di lunga data con bellissime scenografie e grandi coreografie. Ovviamente, la gente non va al Simon Cabaret per i bei costumi e lo spettacolo. Vogliono vedere i ladyboy sorprendentemente belli con i loro stessi occhi! Le foto non sono ammesse durante lo spettacolo ma le “ragazze” saranno felici di aspettarvi fuori dal teatro per una sessione fotografica.

Cosa ci è piaciuto:

a) Buona performance teatrale, la maggior parte delle persone sono sorprese dal come sia fatto bene.
b) E ‘letteralmente a Patong Beach in modo da poter godersi lo spettacolo e uscire per la festeggiare dopo

Cosa non ci è piaciuto:

a) Le Ladyboys sono note per essere insistenti per un una mancia se si scattano foto dopo lo spettacolo. Potrebbero letteralmente prendere i soldi dalla vostra mano e ringraziarvi.


8. Phuket Fantasea

(Inizio 1.800 baht – dalle 17.00 – a Kamala Beach – chiuso il giovedì)

Phuket Fantasea

Questo spettacolo di lunga data è ancora estremamente popolare. Si tratta sia di un immenso parco a tema che di una performance teatrale professionale con ballerini, acrobati e veri elefanti che attraversano il pubblico per poi salire sul palco. L’ambientazione è molto suggestiva, e lo spettacolo è realizzato estremamente bene , racconta la leggenda del Kamala, li dove è ambientato il parco.

Cosa ci è piaciuto:

a) E’ professionale e ben fatto, compresi i numerosi edifici nel parco.
b) Offre molte opportunità fotografiche divertenti fuori dal teatro.

Cosa non ci è piaciuto

a) Con 2.500 posti a sedere, il buffet è troppo grande per essere piacevole.
b) Gli elefanti che si esibiscono nello spettacolo o che danno ai turisti un breve tragitto sono un po’ controversi.
c) All’interno, non è permesso scattare foto, ma capiamo che possa essere fastidioso.

 


9. Tour di isole: Koh Hong, Koh Yao e Koh Khai

(Circa 1.900 baht – Giornata intera)

Koh Hong

Di solito, i tour  portano a l’isola Hong , una fantastica piccola baia che ricorda molto la ‘Maya Bay’ del film ‘The Beach’, ma più piccola e meno affollata. E’ praticamente come si potrebbe immaginare l’isola di Robinson Crusoe. Fermatevi anche alla piccola isola di Koh Khai che si trova a pochi chilometri da Phuket, che sembra la cartolina di un’isola tropicale. Non c’è molto da fare, a parte prendere il sole, fare snorkeling o nuotare con centinaia di pesci e bere latte dalle noci di cocco fresche…..  così, si torna alle origini , ma non è per questo che siete venuti a Phuket al primo posto?

Cosa ci è piaciuto:

a) E’ una giornata fuori facile e rilassante .
b) Tante opportunità per pubblicare foto su Facebook e far ingelosire i tuoi amici.

Cosa non ci è piaciuto:

a) Niente di particolare


10. Giro della città di Phuket

(circa 900 baht – mezza giornata)

Phuket Town

Negli ultimi anni, la città di Phuket è diventata una città affascinante, con numerose strade in stile storico e molti bei palazzi sino-portoghesi antichi , alcuni ristrutturati e altri in parte degradati

Potreste riuscire a vedere alcuni mercati locali, e anche visitare alcuni templi tailandesi con i loro tipici tetti intricati di colore oro rosso e verde. Esplorare le strade colorate, ora piene di piccoli caffè e negozi, è un’occasione per scattare foto, soprattutto perché quegli orribili cavi elettrici sono stati sepolti.

Cosa ci è piaciuto:

a) E’ una buona giornata di esplorazione, specialmente quando il tempo non è ideale per stare in spiaggia.
b) Non è un’area così grande e quindi è facile camminare per le strade e tra i punti di riferimento.

Cosa non ci è piaciuto:

a) E ‘in realtà abbastanza piccola quindi non mettete le vostre aspettative troppo in alto

Le 10 migliori escursioni brevi da fare a Phuket – cosa ci è piaciuto
4.4 (7 votes)